VITADYN Active - Parafarmacia Farmapiù di Luitprandi Loretta

Cerca nel Sito
Vai ai contenuti

Menu principale:

VITADYN Active

9,90 € 14,00 € Aggiungi

VITADYN ACTIVE (Phytogarda)

Con 3 g di Creatina (solubile, insapore e inodore).

Consigliato per:
MANTENIMENTO delle riserve energetiche cellulari.
ABBONDANTE SUDORAZIONE per un’intensa attività fisica
CONVALESCENZA
IL RECUPERO energetico nel muscolo dopo l’attività fisica.

Proprietà dei singoli componenti:
CREATINA: fonte di gruppi fosfato per la sintesi di energia (ATP) nel muscolo.
MALTODESTRINE: zuccheri complessi che garantiscono un rifornimento di energia.
MAGNESIO: riduce i disturbi della contrazione muscolare.
POTASSIO: equilibrio idro-salino.
ACIDO ASCORBICO: antiossidante.
SELENIO: antiossidante, immunostimolante.

Ingredienti funzionali:
Creatina monoidrato, Maltodestrina, Potassio citrato, Magnesio pidolato, Magnesio citrato, Vitamina C (Acido L-ascorbico), Vitamina E (Tocoferolo acetato), Selenio proteinato.

MODALITÀ D’USO: Sciogliere una bustina di Vitadyn in un bicchiere d’acqua. Si consiglia il consumo di una bustina al giorno.

CONFEZIONE: 14 bustine.


CREATINA
Descrizione: la creatina è un composto intermedio del metabolismo energetico sintetizzato dal fegato a partire da tre amminoacidi: arginina, metionina e glicina.

Dove si trova: la creatina, che spesso si trova legata ad un gruppo fosforico (creatinfosfato), è una sostanza che ricopre un ruolo fondamentale nella contrazione muscolare essendo indispensabile per il ciclo energetico ADP-ATP. La necessità di utilizzare grandi quantità di ATP per unità di tempo giustifica il ricorso all’integrazione di creatina che nell’organismo verrà convertita in creatinfosfato, non assimilabile per via orale.

Proprietà: il creatinfosfato carica l’ADP cedendogli il gruppo fosfato e trasformandolo in ATP. L’ATP, nel fornire energia perde un gruppo fosfato ritrasformandosi in ADP che potrà essere di nuovo caricato per effetto del creatinfosfato. La creatina è comunque presente in piccole quantità nella carne, ma l’integrazione è consigliabile in tutte le specialità sportive nelle quali si necessita di un elevato turnover dell’ATP. L’assunzione di creatina comporta:
- Aumento del contenuto totale di creatina nel muscolo;
- Aumento della quantità di ATP utilizzabile;
- Aumento della potenza anaerobica alattacida (in assenza di ossigeno e senza produzione di acido lattico);
- Aumento della capacità tampone con miglioramento della capacità di neutralizzare l’acido lattico (prestazioni lattacide ed aerobiche ad elevata intensità);
- Aumento della sintesi di creatinfosfato nel muscolo.

Durante l'attività muscolare intensa e di breve durata, il decremento della forza sviluppata è direttamente collegato al depauperamento delle riserve muscolari di fosfocreatina. Il fabbisogno giornaliero di creatina è di circa 2 g e viene soddisfatto attraverso la sintesi endogena e attraverso l'alimentazione. La creatina introdotta

 
Torna ai contenuti | Torna al menu